News23 maggio 2017 08:09

Rolando, un padre contro la 'ndrangheta

Dopo la fuga di "Mi manda Rai Tre", Toti invita Fazzari in Regione (di Mimmo Lombezzi)

Rolando, un padre contro la 'ndrangheta

Leggo su "Repubblica" che il presidente della giunta regionale ligure Giovanni Toti incontrerà Rolando Fazzari a seguito dell'appello che ho firmato con Mario Molinari e altre 1600 persone e lo ringrazio. 

Toti ha l'occasione di cancellare un capitolo vergognoso scritto sino a ieri dagli enti locali della Liguria, dalla giunta precedente che non obbligò i parenti-serpenti di Fazzari contigui a Carmelo Gullace a mettere in sicurezza la cava che avrebbe ucciso suo figlio, al comune di Balestrino che oggi lascia morire l'azienda di Rolando Fazzari devastata nei giorni scorsi da "mani ignote".
Il tradimento dello stato nei confronti dell'unico imprenditore che si è ribellato alla 'ndrangheta in Liguria arriva sino a "Mi manda Rai 3" che lo intervista, gira in esclusiva la distruzione dell'azienda e poi decide di non mandare in onda la storia perchè "non opportuna" nella Giornata della Legalità...

Con Mario Molinari abbiamo raccontato questa storia in un documentario autoprodotto che si intitola "Rolando, un padre contro la 'ndrangheta", finito poche ore prima che l'azienda di Fazzari subisse l'ultimo oltraggio.

Con Alessandro Carmeli della Squadra Mobile di Genova abbiamo filmato alcuni dei cantieri del Terzo Valico infiltrati dal clan Gullace-Raso-Albanese colpito da oltre 40 arresti l'anno scorso, e da questa "mappa" solo parziale emerge una cosca di dimensioni nazionali.

Al punto da spaventare anche chi avrebbe il dovere istituzionale di raccontarla...

Mimmo Lombezzi

Ti potrebbero interessare anche: