Mezza politicagiovedì 15 giugno 2017 15:38

Caso Fazzari, le incredibili “risposte” della sindaca Ismarro

Casa della Legalità replica alla sindaca di Balestrino: nonostante Gabriella Ismarro dichiari di aver fatto tutto il possibile per aiutare Rolando Fazzari, i documenti ufficiali e i fatti concreti, ricostruibili con chiarezza, raccontano un'altra storia

Da quasi 7 mesi la “LigurBlock” di Rolando Fazzari subisce la chiusura forzata e viaggia verso il fallimento per l’omesso intervento del Comune di Balestrino che mantiene chiusa, perché impraticabile, l’unica via di accesso, la strada vicinale di interesse pubblico “Lavagin”. Da fine novembre ai primi di marzo la Sindaco è passata con telefonate e messaggi, rivolgendosi a Rolando Fazzari, dal “stia tranquillo ci penso io” al “la chiameranno dalla Segreteria del Comune per fissare un appuntamento”… Nulla però si muove. Si consideri che persino per adottare l’Ordinanza di chiusura della strada Lavagin, disastrata – ed in taluni tratti cancellata – il 24 novembre 2016, la Sindaco di Balestrino provvede il 28 dicembre 2016 (oltre un mese dopo il disastro) tanta è l’attenzione posta dalla Ismarro [si veda l’Ordinanza 17/2016].

Rolando Fazzari non si dà tregua perché non ha intenzione di arrendersi alla chiusura della sua impresa. Ha dovuto porre in cassa integrazione il suo operaio e chiedere, per la prima volta dall’apertura dell’impresa (1986), ai fornitori di pazientare per i pagamenti, perché con l’impresa chiusa (camion e bilici non possono transitare a meno che non si voglia farli precipitare nella scarpata o nel rio Lavagin). Si mette lì e stende anche un dettagliato preventivo per la messa in sicurezza del rio Pendie e quindi per la ricostruzione della strada Lavagin (per un totale di poco più di 210 mila euro), ma dal Comune, quando lo porta, gli rispondono picche.
A seguito di solleciti ripetuti, da parte di Rolando Fazzari, per avere una comunicazione scritta su cosa intendesse fare il Comune, i primi di marzo, la Segretaria Comunale, per conto dell’Amministrazione guidata dalla Ismarro, comunicava che il Comune al massimo avrebbe fatto una mulattiera per permettere il solo passaggio dei mezzi d’opera di servizio all’acquedotto e per il resto Rolando Fazzari doveva farsene una ragione perché il Comune, che dichiarava di restare assolutamente disponibile, non avrebbe fatto altro [si veda lettera del 10 marzo 2017].

Questo l'atteggiamento del Comune, nonostante la Protezione Civile della Regione Liguria - come comunicato a Rolando Fazzari direttamente dal Dirigente dott. Stefano Vergante - avesse stanziato per quell’intervento lungo la strada Lavagin 108 mila euro sui 120 mila richiesti per la somma urgenza dal Comune di Balestrino, ovvero dalla Sindaco Gabriella Ismarro. Il Dirigente della Protezione Civile della Regione, inoltre, si diceva sorpreso del fatto che il Comune di Balestrino non avesse ancora avviato i lavori, visto che l’impegnativa dello stanziamento gli era già stata trasmessa. Passa il tempo e della “riunione con gli Uffici comunali” nessuna traccia e dei lavori nemmeno l’ombra.

Il 24 marzo 2017 (esattamente 4 mesi dopo il disastro) il Comune di Balestrino - a seguito delle indicazioni della Giunta guidata dalla Ismarro – adotta la Determinazione n° 4 Lavori Pubblici [si veda quicon cui affida, in somma urgenza, incarico all’impresa “F.LLI GAROFALO” (in cui opera anche il Vice Sindaco di Toirano che mesi presi fece un sopralluogo con la Ismarro), per 20.020 euro stanziati a Bilancio per «lavori straordinari strade comunali» per realizzare la mulattiera e la sistemazione dell’acquedotto comunale.

I lavori eseguiti sono la beffa che si aggiunge al danno, come si è documentato con foto e videoriprese. Le parti della strada il cui piede nella scarpata del rio Pendie era stato portato via dalle acque, non viene rinforzato, viene tagliato via e buttato nell’alveo del rio (così che lo si intasa ancora un pochino). I riempimenti in alcuni tratti sono stati eseguiti utilizzando il materiale alluvionale che le acque, il 24 novembre 2016, hanno portato a valle dalla cava-discarica del sodalizio GULLACE-FAZZARI. Viene anche realizzato uno scarico delle acque che scava il terreno sotto il tornante, così da produrre ulteriori cedimenti. E sul punto ci fermiamo qui... si vedano di seguito alcune delle foto scattate.

Quando terminano questi cosiddetti lavori, mentre le parti “riempite” con il materiale alluvionale già franano e scendono nell’alveo del rio Pendie, il Comune di Balestrino procede ad aprire la strada, il 23 aprile 2017, con la collocazione di cartelli che indicano la possibilità di transito di mezzi larghi 2,5 metri e con portata da 3,5 tonnellateIl rio Pendie non è stato posto in sicurezza e la strada non è assolutamente transitabile da tali mezzi. La Ismarro lo sa bene tanto che non adottata una formale Ordinanza che dichiari riaperta, sicura e transitabile la strada. Rolando Fazzari procede a denunciare la situazione all’Arma dei Carabinieri che intervengono, il 24 aprile 2017, e fanno collocare transenne con affissione dell’ordinanza di chiusura della strada in quanto pericolosa. (Nell'ultimo mese è anche comparso un cartello di "divieti di arrampicata" sino al 31 luglio... che, onestamente, ha il sapore della presa in giro più completa)

Nel frattempo il Comune di Balestrino, con l’Amministrazione capeggiata dalla Ismarro, procede con stanziamenti per la pulitura dei rii, così da eliminare gli ostacoli al deflusso delle acque ed evitare nuove esondazioni. Il rio Pendie però non è nella lista degli interventi e resta ricco di massi e tronchi che ne ostacolano il deflusso, con l’aggiunta dei materiali nuovi che si sono aggiunti con i lavori di “somma urgenza” affidati alla “F.LLI GAROFALO” come si può documentare con alcune foto.

Diversi giornalisti, nel frattempo, iniziano a chiamare la Ismarro per sapere cosa intenda fare per permettere alla “LigurBlock” di riaprire, ma lei non risponde. 

Il 26 aprile 2017 (dopo l’intervento dei Carabinieri) il Comune di Balestrino, con la Sindaco Ismarro, supera se stesso, con la Determinazione 3/2017 Area Tecnica [si vada qui]. Con questo atto si affida, seguite bene i vari passaggi, incarico allo studio legale Vallerga (per l’importo di 4.183,20 euro), per sapere cosa fare rispetto alla richiesta di intervento per somma urgenza finalizzato al ripristino della strada Lavagin promossa da Rolando Fazzari nel NOVEMBRE 2017Il Comune di Balestrino ha impiegato 5 mesi per porsi la domanda su cosa fare!

Ma vi è di più… Nella medesima Determina si legge che il Comune di Balestrino – il 26 aprile 2017 – prende atto (ed ovviamente pone la domanda “che fare?” all’avvocato) dell’invito alla Costituzione di un Consorzio per la manutenzione della strada Lavagin, promossa da Rolando Fazzari il 30 aprile 2015 con tanto di istanza formale (sono solo trascorsi 2 anni pieni senza risposta). Era una proposta che voleva, una volta per tutte, far sì che tutti gli utilizzatori della strada (come il Comune di Balestrino, la Sa.Mo.Ter. ed i Ferrari, oltre alla “LigurBlock”) si impegnassero quota parte alle spese per la manutenzione ordinaria e straordinaria della strada che da sempre è invece stata lasciata sulle spalle ed il portafoglio di Rolando Fazzari [si veda qui la proposta].

L’ultima chicca della Determina comunale è poi il passaggio in cui l’Amministrazione della Ismarro ricorda che tiene assolutamente in piedi il ricorso in Consiglio di Stato contro la Sentenza del TAR Liguria che dava ragione a Rolando Fazzari, annullando l’ordine di demolizione dei lavori di sistemazione della strada Lavagin effettuati a gennaio 2014 (dopo i danni del dicembre 2013) con ripristino dei luoghi (ovvero del dissesto della strada). Un ricorso che – oltre a non avere più alcun senso, visto che la strada non c’è più! – alla Ismarro non costa nulla (le spese legali sono pagate dal Comune) ma che invece per Rolando Fazzari, per difendersi, significa altri 5/6 mila euro di spesa. (ma questo lo vediamo tra poco).

Passa oltre un mese e nulla si muove. La strada continua ad essere impraticabile e pericolosa (con anche nuovi cedimenti). Il Presidente della Regione Liguria, con mezza Giunta regionale, incontra Rolando Fazzari. La Ismarro, nel frattempo ha continuato nel mantenere il silenzio assoluto, nell’immobilismo più totale. Il 5 giugno 2017, all’incontro con il vertice della Regione Liguria, infatti, si viene a sapere che vista la mancata attivazione del Comune di Balestrino, con l’Amministrazione Ismarroper l’esecuzione dei lavori lungo la strada Lavaginil finanziamento della Protezione Civile per la “somma urgenza” di 108 mila euro è stato decurtato di 36 mila euro. L’inerzia del Comune ha fatto sì che se prima vi erano 108 mila per i lavori, ora ve ne sono solo 72 mila.

 

Leggi tutto su http://www.casadellalegalita.info/index.php/archivio-storico/2017/358-archivio-2017/11776-la-ismarro-dice-aiutare-ma-si-deve-intendere-affossare-rolando-fazzari

Rassegna stampa:

Nuova Informazione Indipendente 

Ottobre 2016 http://www.ninin.liguria.it/2016/10/24/leggi-notizia/articolo/il-mio-viaggio-alla-scoperta-della-ndrangheta-in-liguria.html

7-3 http://www.ninin.liguria.it/2017/03/07/leggi-notizia/articolo/la-strada-scomparsa.html

7-4 http://www.ninin.liguria.it/2017/04/07/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/lazienda-che-ha-resistito-alla-ndrangheta-denunciando-costretta-alla-chiusura-per-le-omissioni-d.html

21-4 http://www.ninin.liguria.it/2017/04/21/leggi-notizia/articolo/cronache-dalla-zona-grigia-lo-stato-lascia-solo-luomo-che-si-ribello-alla-ndrangheta-in-ligu.html

22-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/22/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/ndrangheta-danneggiati-gli-impianti-della-ligur-block-di-rolando-fazzari.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/05/22/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/appello-al-presidente-toti-non-lasciamo-solo-chi-si-e-ribellato-alla-ndrangheta.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/05/22/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/fazzari-mi-manda-raitre-intimidita-dalla-ndrangheta.html

23-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/23/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/fazzari-solidarieta-ora.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/05/23/leggi-notizia/articolo/se-diecimila-firme-vi-sembran-poche-1.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/05/23/leggi-notizia/articolo/balestrino-il-silenzio-del-sindaco.html

24-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/24/leggi-notizia/articolo/il-documentario-su-rolando-fazzari-in-anteprima-alla-ubik.html

26-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/26/leggi-notizia/articolo/quindicimila-firme-in-quattro-giorni.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/05/26/leggi-notizia/articolo/ismarrita.html

27-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/27/leggi-notizia/articolo/caso-fazzari-toti-fissa-lincontro-in-regione-al-5-giugno-le-firme-sono-a-quota-16000-la-sindac.html

29-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/29/leggi-notizia/articolo/petizione-per-rolando-fazzari-le-ragioni-per-firmare.html

31-5 http://www.ninin.liguria.it/2017/05/31/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/rolando-un-padre-contro-la-ndrangheta-il-trailer-e-i-primi-appuntamenti.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/06/06/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/la-giunta-toti-riceve-rolando-fazzari-video.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/06/07/leggi-notizia/argomenti/contromano/articolo/caso-fazzari-alla-ubik-balestrino-ce-ma-non-si-vede-e-non-si-sente.html

http://www.ninin.liguria.it/2017/06/13/leggi-notizia/argomenti/contromano/articolo/tu-chiamale-se-vuoi-lemozioni.html



La Repubblica

http://genova.repubblica.it/cronaca/2017/05/22/news/l_uomo_che_ha_combattuto_la_mafia_in_liguria_ababdonato_dallo_stato-166135054/

5-6 http://video.repubblica.it/edizione/genova/genova-l-imprenditore-che-ha-denunciato-la-ndrangheta-ricevuto-dal-presidente-toti/277744/278341?video



Fivedabliu

http://www.fivedabliu.it/2017/06/06/caso-fazzari-toti-riconosce-la-storicita-della-ndrangheta-mai-abbassare-la-guardia-soprattutto-in-liguria-dove-i-fenomeni-di-questo-tipo-sono-presenti-da-sempre/ 

http://www.fivedabliu.it/2017/05/23/gente-per-bene-gente-per-male/  

http://www.fivedabliu.it/2017/04/26/pare-che-la-liguria-e-ndranghetista/  

Il Secolo XIX

22-5 http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2017/05/22/ASjQ8RWH-balestrino_avverte_ndrangheta.shtml

23-5 http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2017/05/23/AS8brlXH-oscura_ndrangheta_imprenditore.shtml

27-5 http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2017/05/27/AS5RjkbH-appuntamento_raccolte_imprenditore.shtml

30-5 http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2017/05/30/ASOVlveH-imprenditore_confermato_ndrangheta.shtml

5-6 http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2017/06/05/AS7xuClH-presenti_fenomeni_ndrangheta.shtml

14-06 http://www.ilsecoloxix.it/p/savona/2017/06/13/ASLhXvuH-balestrino_aiutarlo_sindaca.shtml

 

 

Casa della legalità

Ti potrebbero interessare anche: