Ambientedomenica 18 giugno 2017 09:25

Porto Elettrico al Sindaco: che si fa?

Inquinamento, rumori, traffico: il Comitato, portavoce di tutti i savonesi che non ne possono più di respirar fumi, ha chiarito che i monitoraggi non bastano, e chiesto a Caprioglio di premere su Autorità portuale per elettrificare le banchine del porto. Pubblichiamo il comunicato stampa

Si è svolto un incontro tra una delegazione del Comitato Savona Porto Elettrico, il Sindaco Ilaria Caprioglio e l’Assessore all’Ambiente Piero Santi.

Argomento dell’incontro la necessità di esercitare pressione sull’Autorità Portuale in merito alla elettrificazione delle banchine adibite ad attracco di navi da crociera e traghetti, per ridurre l’inquinamento prodotto dai fumi emessi durante la sosta a motori accesi, i disagi causati dalle vibrazioni e dai rumori delle attività di supporto, la congestione del traffico. Disagi che si sono ulteriormente intensificati con la recente attività dei traghetti.

Il Sindaco e l’Assessore si sono detti ben consci delle gravi problematiche citate, e hanno espresso la volontà di adoperarsi per la presa in carico delle istanze esposte.
In particolare sono state illustrate ai due interlocutori istituzionali le iniziative adottate dalle Autorità di città straniere ed italiane per evitare il continuo funzionamento dei motori durante la sosta in Porto. E’ stato fatto presente che la soluzione proposta da Costa Crociere (peraltro mai attuata) di dotare le navi di scrubber lava fumi non appare ecologicamente e tecnicamente attuabile, o perlomeno attuabile difficilmente, per la difficoltà di smaltimento delle soluzioni di lavaggio. E’ stato altresì fatto presente che le navi alimentate a gas liquido (LNG) costituiscono un pericolo per la popolazione e le strutture, specialmente in un Porto come quello di Savona, nel quale la stessa normativa vigente non consente l’utilizzo di tale combustibile.

Il Sindaco ha dichiarato che si sta adoperando per l’ottenimento di un finanziamento che consenta di attuare una campagna di monitoraggio sui fumi ad opera di ARPAL (del costo di c.a 70mila euro), al fine di poter disporre di dati ufficiali ed indipendenti sull’effettivo inquinamento dovuto alle navi. In caso di esito significativo della campagna, il Sindaco potrebbe disporre anche una ordinanza all’ AP, a tutela della salute pubblica di cui Egli è garante. Ha poi illustrato, insieme all’Assessore, le iniziative già in corso per ridurre almeno il peso del traffico indotto sulla città. Durante la descrizione delle misure citate, è stato fatto presente ai rappresentanti del Comitato come la burocrazia attuata dalle regole della AP risulti estremamente pesante, richiedendo tempi lunghissimi anche per attività banali (es. un semplice sfalcio dell’arenile), tanto che in alcuni casi è lo stesso Comune a dovere intervenire, quantunque non tenuto, onde alleviare disagi alla Cittadinanza.

Il Comitato, attraverso i suoi rappresentanti, ha fatto presente come le attività di monitoraggio dell’aria, quantunque utili, potrebbero in ogni caso essere non risolutive, anche in virtù del fatto che la normativa cogente non prevede la misurazione di inquinanti importanti come le polveri ultrafini (particolato di diametro inferiore a 0,1 micron). In ogni caso si ritiene che la pericolosità dei fumi da navi sia già stata ampiamente dimostrata da studi scientifici, tanto che la stessa UE ritiene il problema grave e da risolvere in tempi brevi. SPE ritiene pertanto che sarebbe utile che il Comune indicesse un tavolo di lavoro, con AP, Università, Aziende specializzate nell’elettrificazione dei Porti e pubblico, al fine di addivenire ad un punto di incontro che vada nella direzione di una seria tutela della salute.

Per questa ragione SPE ha messo a disposizione del Sindaco e della Giunta un supporto anche in termine di appoggio popolare, che possa rafforzare la posizione sindacale, consentendo di agire su AP in maniera efficace.

L’incontro si è concluso con l’impegno delle due parti a proseguire un’attività proattiva, finalizzata alla soluzione delle problematiche descritte.

SPE

Ti potrebbero interessare anche: