Mezza politicasabato 15 luglio 2017 07:35

Più foibe per tutti

Quando come modello ti propongono Alemanno, sai già che si va a finir male. La Caprioglio, a quanto pare, tra un dovere istituzionale e l'altro, ha trovato anche il tempo di occuparsi dell'istruzione dei suoi giovani concittadini (compito che, a quanto ci è dato sapere, non rientra tra quelli di un Sindaco) con una lettera ai dirigenti scolastici in cui esorta a mettere “più foibe” nei programmi. Il Sindaco però attacca la stampa: non è così

Gemellaggi e viaggi a Fiume, Istria e Dalmazia, progetti su progetti, intitolazioni di vie e piazze.

Bene risponde la preside del Boselli-Alberti: dal momento che il Comune, pur senza un soldo, è così disponibile ad avallare progetti per le scuole, non mancherò di chiedere il suo sostegno per i progetti che contrastano il disagio sociale.

Che forse, aggiungeremmo, sono un filo più importanti dello studio delle malefatte dei partigiani di Tito.

Anche perché, se si vuol far studiare le malefatte della storia, magari sarebbe meglio iniziare da Predappio.  

Dal canto suo, Caprioglio dopo pranzo sulla sua pagina facebook smentisce seccamente di aver scritto ai dirigenti scolastici, ma un vero e proprio comunicato stampa in merito non è pervenuto.

Ninin

Ti potrebbero interessare anche: