Newsdomenica 16 luglio 2017 09:30

Verso l'implosione

Adesso Savona perde anche i servizi solidali dei volontari, perché non può più pagare l'unica spesa che l'Albo comporta, quella dell'assicurazione. Cosa succede alla nostra città?

Cosa ne è di una città di sessantamila abitanti, capoluogo di provincia, che non riesce a garantire il funzionamento di una fontana situata in una delle piazze principali, impreziosita da una scultura opera di una delle sue artiste più importanti del Novecento?

Che non riesce a mandare avanti neppure l'opera di quei volontari che svolgevano gratis funzioni come quella del guardianaggio sul Priamar (che in tempi di Blue Whale, come abbiamo visto, sarebbe quanto mai meritoria) o del sostegno agli anziani?

In tempi di tagli al welfare, sarebbe opportuno cercare almeno di salvare il volontariato: ci auguriamo che la Giunta ci ripensi e trovi i fondi per l'assicurazione.

Ninin

Ti potrebbero interessare anche: