Newslunedì 11 settembre 2017 16:04

Meglio tardi che mai

Il Consigliere regionale M5S Andrea Melis sull'avvio del progetto per l'efficientamento energetico di Savona con fondi europei: finalmente il Comune ci ha ascoltato. Ora che alle parole seguano fatti concreti

Accogliamo con soddisfazione l’avvio di un progetto del Comune di Savona per sfruttare i fondi Por Fesr per l’efficientamento energetico.

Nel maggio scorso avevamo lanciato l’allarme sul rischio di perdere oltre 3 milioni di questi fondi per la mancata partecipazione al bando regionale per l’ammodernamento energetico degli edifici pubblici. Oggi, finalmente, seppur in ritardo, Palazzo Sisto ci ha dato ascolto, dichiarando la volontà di non disperdere un potenziale tesoretto in grado di dare un impulso decisivo allo sviluppo di due settori chiave per la città come l’informatizzazione e l’efficientamento energetico.

Non possiamo, però, dimenticare che all’epoca l’assessore ai Lavori pubblici Santi si era chiuso a riccio chiarendo che “il comune non può partecipare a bandi co-finanziati”. Le ultime novità dimostrano che avevamo ragione. Ma, al di là delle polemiche e delle questioni personali, la cosa più importante è che finalmente Savona abbia superato l’empasse e ingranato la quarta nell’attrarre i milioni di euro derivanti dai fondi che l’Europa mette a disposizione delle Regioni, e, indirettamente, ai comuni liguri.

L’auspicio è che alle parole seguano fatti concreti. Ad oggi, stiamo parlando di progetti generici che attendono di essere sviluppati nel dettaglio, mettendo da parte le polemiche e lavorando di squadra insieme a tutte le forze politiche, nell’interesse esclusivo della città e dei cittadini.

 

Andrea Melis, consigliere regionale Movimento 5 Stelle in Regione Liguria

Ti potrebbero interessare anche: