Newsmartedì 14 novembre 2017 17:43

Libia shock: esseri umani all'asta

Sono questi i fatti che minano la credibilità delle istituzioni, mentre la povera gente muore in mare, in terra, in viaggio, sopraffatta da questa colpevole indifferenza

Questa la notizia: l'Alto commissario per i diritti umani, il principe giordano Zeid Raad al-Hussein, ha definito "disumana" la collaborazione tra UE e Libia sulla gestione dei flussi migratori dall'Africa.

Tanto disumana che la Cnn, in un reportage esclusivo, mostra un filmato che testimonierebbe una tratta di esseri umani in Libia in tutto paragonabile a quella degli schiavi. Nel video, oggetto della gara all'incanto sono due ragazzi, per i quali piovono offerte e rilanci. "800 dinari... 900, 1.100... venduto per 1.200 dinari (pari a 800 dollari)", così viene "aggiudicato" uno dei due giovani presentato come "un ragazzone forte, adatto al lavoro nei campi". Ricevuto il filmato, Cnn è andata a verificare, registrando in un video shock la vendita di una dozzina di persone in pochi minuti. 

L'Alto commissario ha inoltre denunciato l'assistenza fornita dall'Ue e dall'Italia alla guardia costiera libica per arrestare i migranti in mare "nonostante le preoccupazioni espresse dai gruppi per i diritti umani" sul loro destino. "Gli interventi crescenti dell'Ue e dei suoi stati membri non sono stati finora indirizzati a ridurre il numero di abusi subiti dai migranti", ha spiegato Zeid. "Gli osservatori sono rimasti sconvolti da ciò che hanno visto: migliaia di uomini, donne e bambini emaciati e traumatizzati, ammassati l'uno sull'altro, bloccati in capannoni (...) E spogliati della loro dignità".

Questi sono gli esiti della cosiddetta “dottrina Minniti” e così sono spesi i soldi dei contribuenti italiani.

Certo pur di non avere i migranti tra i piedi si può pagare questo prezzo alle nostre coscienze, così come si possono organizzare concerti di solidarietà e farsi ricevere dal Papa evadendo nello stesso tempo le tasse nei Paradisi Fiscali.

E’ la doppia morale dei ricchi.

Alla Bonino che chiedeva al PD modifiche sulla politica dell’immigrazione, Renzi ha risposto che “tutto funziona”.

Intanto ufficiali di marina italiani sono indagati per i naufragi.

Nel frattempo ci si è grassati con la “politica dell’accoglienza” tramite i CARA e le cooperative d’ogni colore.

Sono questi i fatti che minano la credibilità delle istituzioni, mentre la povera gente muore in mare, in terra, in viaggio sopraffatta da questa colpevole indifferenza.

Franco Astengo

Ti potrebbero interessare anche: