Mezza politicamartedì 13 febbraio 2018 09:12

Deiezioni ed elezioni

Pare che nella riunione di Giunta prevista stamattina verrà ritoccata l'ormai celebre ordinanza cani, che in città ha provocato una rivolta pari solo a quella del 2015 contro il deposito di bitume in porto. Il centrodestra cittadino sembra trovarsi tra l'incudine e il martello: da una parte l'orgoglio, dall'altra il voto per le politiche del 4 marzo, sempre più vicino e sempre più insidioso

l'ironica immagine sul gruppo facebook cittadino "Una passeggiata per Savona"

l'ironica immagine sul gruppo facebook cittadino "Una passeggiata per Savona"

Mentre la coalizione guidata dall'ex cavaliere avanza a passi da gigante in tutta Italia, a Savona la famigerata ordinanza sembra aver dirottato una valanga di voti sul Movimento Cinque Stelle, che sta raccogliendo i fondi per un ricorso al TAR dopo il triste epilogo dell'ultimo Consiglio comunale (http://www.ninin.liguria.it/2018/02/05/leggi-notizia/argomenti/mezza-politica-1/articolo/cani-come-ti-ribalto-la-mozione.html).

Quindi l'Amministrazione, immaginiamo masticando amaro, ora pare cerchi di salvare il salvabile e lascia filtrare sui giornali delle presunte “novità” che però ai proprietari di cani, a giudicare dalle prime reazioni, paiono contraddittorie e per nulla chiare.

Multa sì, multa no, solo in certe vie, in tutte le vie, il tutto coronato dalla frase a effetto sul “condurre dolcemente il cane” dove al poveretto sarà finalmente consentito di vuotare la vescica.

Vedremo oggi se si tratta effettivamente di un passo indietro da parte del Comune e se le modifiche all'ordinanza saranno sufficienti a calmare le acque.


Ninin

Ti potrebbero interessare anche: