Mezza politicamartedì 06 marzo 2018 14:52

Variazione di bilancio, M5S: "Toti lascia ai liguri un puffo da 35 milioni di euro senza progetti né tempi certi"

Le elezioni sono finite, alla Liguria resta il "puffo" che Toti e la sua Giunta hanno lasciato da pagare ai liguri con la variazione di Bilancio approvata oggi in Consiglio regionale, con il voto contrario del Movimento 5 Stelle. Non stiamo parlando di briciole ma di 35 milioni di euro di soldi pubblici per una serie di investimenti sparsi qua e là per la Liguria privi della benché minima progettazione tecnica

Al di là delle chiacchiere, siamo fermi a meri disegni di progetto di massima, senza alcuna garanzia o certezza su tempi e modalità di intervento.

Il Ddl è e resta quello che avevamo denunciato settimane fa: una marchetta elettorale, a questo punto tardiva, che costerà carissima alle tasche dei cittadini senza creare alcun valore aggiunto per la nostra regione. Senza contare che difficilmente i progetti previsti vedranno mai la luce, dal momento che ogni singolo intervento va cantierato entro il dicembre 2018 e siamo indietro su tutta linea.

Dopo i 26 milioni di euro sperperati nella Reggia di De Ferrari, Toti continua ad utilizzare le casse pubbliche come bancomat personale. Tra impugnazioni continue e provvedimenti inutili o, peggio, dannosi, la Liguria è ormai diventata una barzelletta in tutta Italia. Invece di indebitarsi coi denari della collettività, Toti si impegni seriamente in una vera lotta agli sprechi, nell'ottimizzazione dell'uso dei fondi europei, ad oggi troppo spesso non intercettati, mal sfruttati o sottoutilizzati. Solo così si riuscirà davvero a rilanciare la Liguria, le sue eccellenze, le sue imprese, le sue migliori energie.

Fabio Tosi, Alice Salvatore e Andrea Melis, portavoce M5S Liguria

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ

sabato 16 giugno
martedì 12 giugno
domenica 10 giugno
giovedì 07 giugno
lunedì 04 giugno
martedì 29 maggio
lunedì 28 maggio
sabato 26 maggio
venerdì 25 maggio
(h. 13:15)