Ambientegiovedì 31 maggio 2018 15:58

La smart city senza piante

La cura del verde è uno dei maggiori indicatori della civiltà di una città. Infatti le più grandi metropoli stanno facendo a gara per abbellirsi con boschi verticali, viali alberati e piazze verdi. Ora guardate questa carrellata di foto scattate a Savona, in una passeggiata dalle Fornaci alla Torretta

La smart city senza piante

In estate gli alberi, con la loro ombra, diminuiscono l’assorbimento del calore dei palazzi riducendo il consumo elettrico dei condizionatori, mentre d'inverno possono ridurre l’azione del vento diminuendo di conseguenza i consumi energetici per il riscaldamento. E assorbono il rumore assordante delle auto e delle ambulanze.

Non solo: ogni pianta assorbe ingenti quantità di di anidride carbonica, mentre il suo fogliame assorbe polveri sottili. Tutta roba che in questo modo non entra nei nostri polmoni.

E qui, nella smartissima Savona certificata Leed?

Capitozzature da urlo, moncherini ovunque, per non parlare dei 59 pini di corso Tardy e Benech che saranno sacrificati la settimana prossima - pericolanti, si dice: però altrove, vedi Albenga, son riusciti a salvarne un bel po'. Magia?

Ci zittiscono come mosche fastidiose, dicendo di star pure tranquilli che nuovi alberi saranno piantati.

Ma quando mai?

Solo per dirne una, stiamo ancora aspettando il sostituto del pino marittimo tagliato in Darsena già diversi anni fa.

 

Altrove...

 

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ