Ambientevenerdì 08 giugno 2018 08:12

Testarne tre per ammazzarne sessanta

Leggendo i giornali di oggi si scopre che nella sostenibile Savona certificata Leed for cities, i 59 pini abbattuti senza pietà in Corso Tardy e Benech pochi giorni fa son stati tagliati sulla base di prove di rischio effettuate su TRE di essi. Roba che manco Mengele

I risultati però, dichiarano gli esperti al Secolo XIX, erano stati sufficienti per decretare la condanna a morte di tutti gli alberi del viale: «Abbiamo scelto quelle in apparenza più stabili, perché le prove potessero essere estese, nei risultati, alle altre piante».

In apparenza. Mah.

Quello che sappiamo con sicurezza è che un filino di volontà in più non avrebbe guastato: è girato molto sulle pagine facebook cittadine un articolo del “Mattino” di Padova, che racconta come ad Abano Terme, quella magari sì davvero una città sostenibile dal punto di vista ambientale, 339 pini marittimi non saranno abbattuti ma salvati grazie all'utilizzo di uno speciale materiale gommoso, che impedirà alle radici di rompere l'asfalto e quindi di rovinare i marciapiedi.

Insomma, il vecchio concetto di volere è potere.

A Savona vogliamo o non vogliamo?

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ

giovedì 31 maggio
mercoledì 30 maggio
(h. 06:57)
giovedì 17 maggio
domenica 13 maggio
sabato 12 maggio
venerdì 11 maggio
giovedì 10 maggio
lunedì 07 maggio
giovedì 03 maggio