Contromano15 luglio 2018 15:06

La finta sicurezza

“Estate sicura” a Loano. Perché quel che inficia la sicurezza sono due poveracci che vendono magliette

La finta sicurezza

Eh già, la sicurezza da qualche parte sta anche nell’impedire che si vendano in spiaggia magliette taroccate. Vuoi metter con la lotta alla ‘ndrangheta? L’importante è sfoggiare sui giornali uno spiegamento di forze con tanto di guardie giurate (sulla cui legittimità sarebbe accampabile qualche dubbio) ATTE a contrastare chi? I taglieggiatori, i mafiosi? Macché! I vu cumprà. 

A Loano ne hanno pescato ben 1 (uno) e gli han pure sequestrato quel poco che aveva da vendere. Arrivava da Voghera per cercare di rimediare qualche euro chiedendo mille volte per favore, sotto il sole cocente. Ma la mano armata della legge è calata implacabile su C.M. senegalese di 38 anni, magari laureato. Gli è stato portato via tutto.

Noi saremo anche buonisti, ma se l’alternativa è questa schifezza, siamo orgogliosi di esserlo. E il nostro pensiero va a C.M. Quanto ci metterà a tornare a Voghera senza un soldo?

Ma d’altronde anche Cristo lo abbiamo crocifisso.


Ninin

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ

mercoledì 02 gennaio
sabato 10 novembre
giovedì 25 ottobre
martedì 09 ottobre
Spread
(h. 05:38)
venerdì 07 settembre
domenica 26 agosto
sabato 18 agosto
mercoledì 15 agosto
domenica 05 agosto
sabato 28 luglio