Ambientegiovedì 02 agosto 2018 12:56

In morte della scienza e della verità

Non sono tenere le reazioni della Rete savonese Fermiamo il carbone agli esiti dell'ultima riunione dell'Osservatorio regionale Salute e Ambiente, che smentisce le tesi dei comitati sulla nocività della centrale di Vado Ligure

In morte della scienza e della verità

«Così è la morte della scienza e della verità.

Una ricerca del CNR è stata sovvertita senza alcun fondamento scientifico.

I dati sono completamente diversi da queste conclusioni surreali.

Comunque non sono tanto gravi le dichiarazioni di Tirreno Power, che perfino si possono capire in vista di un processo penale, ma il ruolo dell’Osservatorio regionale.

Viene abbandonato il metodo scientifico. Incredibile».

Così “Uniti per la salute”: «Stupore e sconcerto. Ci domandiamo perché l’Osservatorio della Regione, dopo aver commissionato lo studio al CNR, abbia ritenuto di doverlo sottoporre ad un’ulteriore verifica di scientificità.

E ci domandiamo anche perché quel documento, con le preoccupanti conclusioni, sia stato reso pubblico dalla Regione solo dopo mesi di richieste.

Dello studio del Cnr è stato presentato un estratto al congresso mondialediepidemiologia ambientale Ises-Isee 2018 Joint Annual Meeting di Ottawa».

LNS

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ