Mezza politica04 marzo 2015 22:32

Come buttare 50 milioni di euro in un opera inutile grazie a Lella Paita

Basta leggere il titolo dell’articolo di ieri su La Stampa a proposito del tunnel di Capo Noli per cogliere la dissociazione o meglio il delirio di Lella Paita in Merlo. Lei dice: “stiamo perdendo 50 milioni per il tunnel di Capo Noli”

Come buttare 50 milioni di euro in un opera inutile grazie a Lella Paita


La domanda sorge spontanea: ma non dovrebbe esser che, laddove si ravvisa un esigenza vengano chiesti soldi per studiarla e progettare / realizzare le soluzioni?

Qui è il contrario: arrivano soldi pubblici e in qualche modo bisogna buttarli. Quale importa poco evidentemente. L’inutilità di un siffatto tunnel, che non Libererebbe noli da una singola auto o da un unico TIR è conclamata.
Capiremmo un progetto più ad ampio respiro, che bypassasse l’abitato di Noli ben più a monte, restituendo così la quinta repubblica marinara al suo mare.

Ma cosi non par proprio essere.

E allora un altra domanda sorge spontanea: da dove proviene l’insana fregola della sora Lella per gettar denaro pubblico in infrastrutture al limite dell’inutile...?

Perchè ad esempio investirle in Sanità non sarebbe una pessima idea...

La fregola normalmente precede il business. Ma dove sta il business per una politica? La politichessa dovrebbe occuparsi di decisioni, linee guida, progetti, tutele. Invece? La fregola di spendere 50 milioni di euro, cento dei vecchi miliardi di lire.

Perchè mai si accalora tanto, visto che per il momento non sono suoi?

Ninin

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ