Contromano13 maggio 2016 07:51

Derivati: Ecco perchè non andava fatto

Questi contratti, che rientrano nei cosiddetti "derivati", sono semplici scommesse, su parametri (eventi) futuri e incerti. Di Ernesto Johansson

Derivati: Ecco perchè non andava fatto

Sul contratto di mutuo occorre vedere che tipo di tasso viene applicato. Può essere un tasso inziale che però è destinato ad aumentare nel tempo (in modo predeterminato o con riferimento a parametri vari nel mercato di borsa: tassi di interesse, indici di borsa...).

Se il tasso nel tempo risulta troppo alto, perché per esempio sui mercati il tasso sui nuovi mutui è più basso, è possibile fare accordi con altri soggetti - normalmente altre banche o finanziarie - e stipulare condizioni diverse sul pagamento degli interessi. In pratica si fa una SCOMMESSA cercando di immaginare anzitutto su previsioni di salita, discesa o stabilità dei tassi futuri di mercato.

Il problema consiste nerl fatto che le condizioni le detta la banca, che ha gli esperti per calcolare il margine di rischio da correre, mentre le controparti non hanno le stesse conoscenze. Per un migliore approfondimento in merito occorrerebbe avere a disposizione le condizioni contrattate!

In conclusione, Sindaci o Amministratori che non abbiano profonde conoscenze tecniche nel calcolo del "rischio" non dovrebbero neanche pensare a farsi proporre simili contratti, a meno che non siano troppo vicini alle banche oppure seriamente impreparati! Perché tali contratti, che rientrano nei cosiddetti "derivati", sono semplici scommesse, su parametri (eventi) futuri e incerti.

Ernesto Johansson

Ti potrebbero interessare anche:

Le notizie di NININ